Esercizio su un elenco – 4

3. Terzo testo

VENDESI: a caratteri cubitali, appariva il cartello su una vetrina impolverata. Sotto, più piccole, altre parole ormai vinte dal tempo, illeggibili. Accanto alla vetrina, una porta. Spingo la maniglia: la porta striscia, cigola, si apre. Nessun segno di vita. Ho davanti un bancone. Sul bancone una cassa, un mortaio col pestello, un barattolo trasparente e una pila di cerotti.
Sullo sfondo lo scaffale: bottigliette, tubetti, scatolette: Buscopan, Guttalax, Bronchenolo, Valontan, Angiolax, Zerinolo. Capsule, pillole, pastiglie; erbe, essenze, estratti; impiastri, infusi, pozioni; sciroppi, soluzioni, elisir. Uno schieramento di analgesici, antiacidi, antisettici; purganti, calmanti, demulcenti; lenitivi, digestivi, sedativi. Un esercito a riposo.

VARIAZIONI E RITOCCHI

In una più attenta analisi del testo, già lavorato, prende risalto ora ciò che funziona e ciò che invece non funziona:

  • a) nel secondo capoverso (nell’elenco vero e proprio) funziona bene il gioco delle desinenze in rima, armonico e non stucchevole (lo segnaliamo nel testo in neretto), anche perché, come si è visto, se ne è evitata la ripetizione subito dopo;
  • b) il secondo capoverso all’inizio è zeppo nell’elenco e (attraverso la ripetizione dei due punti) ha una doppia apertura (in rosso);
  • c) la ripetizione dell’articolo indeterminativo “Uno” e “Un” (corsivo) stona. Il primo interrompe il ritmo, il secondo funziona da sintesi.

Sullo sfondo lo scaffale: bottigliette, tubetti scatolette: Buscopan, Guttalax, Bronchenolo, Valontan, Angiolax, Zelinolo. Capsule, pillole, pastiglie; erbe, essenze, estratti; impiastri, infusi, pozioni; sciroppi, soluzioni, elisir. Uno schieramento di analgesici, antiacidi, antisettici; purganti, calmanti, demulcenti; lenitivi, digestivi, sedativi. Un esercito a riposo.

SOLUZIONI POSSIBILI

  • a) Si può intervenire eliminando il duplice uso dei due punti e variando l’elencazione in modo da alleggerirla. Così:

Sullo sfondo trionfa lo scaffale zeppo di bottigliette, di tubetti e scatolette.

O meglio giocando meno sui diminutivi, attraverso la sostituzione di bottigliette con un finto accrescitivo (flaconi), in questo modo:

Sullo sfondo trionfa lo scaffale zeppo di tubetti, di flaconi e scatolette

Meglio ancora:

Sullo sfondo trionfa lo scaffale zeppo di scatolette, di flaconi e tubetti.

  • b) Si potrebbe vantaggiosamente eliminare il primo “uno”, in modo che il secondo prenda risalto. Intervenendo in questo modo:

“Schieramenti di… Un esercito a riposo”.

Si giunge con questi correttivi al

TESTO FINALE

VENDESI: a caratteri cubitali, appariva il cartello su una vetrina impolverata. Sotto, più piccole, altre parole ormai vinte dal tempo, illeggibili. Accanto alla vetrina, una porta. Spingo la maniglia: la porta striscia, cigola, si apre. Nessun segno di vita. Ho davanti un bancone. Sul bancone una cassa, un mortaio col pestello, un barattolo trasparente e una pila di cerotti.
Sullo sfondo trionfa lo scaffale zeppo di scatolette, di flaconi e tubetti: Buscopan, Guttalax, Bronchenolo, Valontan, Angiolax, Zerinolo. Capsule, pillole, pastiglie; erbe, essenze, estratti; impiastri, infusi, pozioni; sciroppi, soluzioni, elisir. Schieramenti di analgesici, antiacidi, antisettici; purganti, calmanti, demulcenti; lenitivi, digestivi, sedativi. Un esercito a riposo.

Articolo precedenteProssimo articolo