In Hoc Signo – it

In Hoc Signo - Canone Da Vinci

Genere: thriller prevalentemente esoterico-enigmistico. 

Tratto dal saggio LA PASSIONE SECONDO LEONARDO della stessa autrice, che in quest’opera ha dimostrato di conoscere in profondità l’anima straordinaria, la mente esoterica e giocosamente criptica di Leonardo. 

Vittoria Haziel ha anticipato di anni Dan Brown, come è documentato  sin dal 1990 da articoli e libri, con una serietà di approccio, una magia e una poesia maggiori, oltre che con una sottile e profonda sensibilità femminile.

LA STORIA 

Scenario dei nostri giorni. La vicenda inizia con la scomparsa di un pittore (reincarnazione di Leonardo?) e di un suo quadro da un’importante chiesa di Milano. Pittore e quadro sono elementi reali e non di fiction, così come altri che costituiscono l’ossatura della storia.

La narrazione si sviluppa con colpi di scena e suspence fino ad andare ben oltre i contenuti del saggio da cui è tratto il soggetto.

Una duplice pista di indagini che si completano: ortodosse da una parte (quelle del commissario Coppola, destinate ad arenarsi) ed esoterico-leonardesche dall’altra (quelle di Ivan – giornalista esperto di esoterismo e Liza, studiosa di Leonardo. Quest’ultimo canale di indagini  arriverà al tesoro della scoperta servendosi anche di una forte e misteriosa energia: l’intuizione. 

Dunque, un confronto tra due tipologie di “ricercatori”, in cui l’indagine legata alla legge, evento eccezionale in un giallo, risulterà perdente. 

Vincente sarà invece l’appassionata e serrate inchiesta esoterico-leonardesca, la quale, oltre che sulla Sindone, scoprirà nuovi segreti, enigmi, crittografie, messaggi lasciati anche sull’opera più copiata di Leonardo, il Cenacolo

Tutte “fantasie” spesso intrecciate con la realtà. Elementi verificabili da ogni lettore, che potenziano la reale magia dell’esistenza.

Verrà svelato il vero, inimmaginabile motivo per cui Leonardo realizzò la Sindone, e alla fine la storia si concluderà con un’originalissima rivelazione del Graal, soprattutto nello scenario (del tutto inedito) dell’umanità che gli gravita intorno. 

Di scottante attualità può essere l’inserimento della minaccia relativa alla “fine DEL mondo”, che in realtà si rivela  “la fine di UN mondo”: quello stravolto dalla Chiesa cattolica.

Trionfa la vittoria dell’immortalità, della continuazione nel tempo dei grandi spiriti illuminati: potenti “Dei” le cui energie animano e salvano il mondo. Uomini di pensiero e gente comune, anime che vibrano nel cuore della verità.