Premessa

Per scrivere bene bisogna, prima di tutto, saper scrivere correttamente: il che significa conoscere le regole convenzionali della scrittura, cioè la grammatica e la sintassi.

Poi, naturalmente, le regole si possono infrangere, per rendere più espressiva la propria scrittura: per dar vita a uno “stile” originale.

È accaduto nel passato a scrittori di grande talento e accade ancor oggi, soprattutto a giovani scrittori, non sempre tuttavia di talento.

Ma questo manuale non è diretto agli “scrittori” o a coloro che si presumono tali. Questo manuale è dedicato a coloro che vogliono diventare “scrittori”.

Scrittori di romanzi o poeti, forse (per il futuro), scrittori di saggi o quant’altro, ma soprattutto (per ora) scrittori di testi più semplicemente referenziali: di testi cioè che vogliano riferire un pensiero o un’informazione, un fatto o un’emozione.

Prima parte

Dunque darò, in una breve prima parte, alcune nozioni teoriche, per passare subito ad analisi essenziali di testi letterari, ciascuno a suo modo esemplare.

Solo partendo dalla lettura si arriva alla scrittura. O meglio solo analizzando con attenzione un testo che funzioni perfettamente, scoprendone le regole che lo fanno funzionare, si possono poi stabilire quelle regole similari (magari personali), attraverso le quali potremo giungere a scrivere un nostro testo che funzioni.

Seconda parte

In una seconda parte passerò a veri e propri esercizi pratici di scrittura, partendo dall’uso del vocabolario, per rintracciare e riconoscere le parole, fino ad esercizi su brevi composizioni.

In questa parte nulla sarà astratto, tutto sarà invece concreto: proporrò esercizi collaudati con studenti, in corsi o laboratori universitari, sulla tecnica della scrittura.

Sono esercizi che partono da bozze di testi, che vengono via via analizzati e quindi corretti nella struttura, nella grammatica del testo, come nel lessico, fino ad assumere una veste almeno decorosa.

Terza parte

In una terza parte infine fornirò in forma pratica (in forma cioè che prevenga dell’errore) nozioni essenziali di grammatica.

La costruzione corretta di una frase è sufficiente ai fini di questa guida e d’altra parte dare nozioni di sintassi occuperebbe troppo spazio: ognuno, se motivato da questa guida, potrà studiarsi una sintassi normativa, per poi crearsi, scrivendo, una propria sintassi.

Prossimo articolo